“La vita prodigiosa delle parole” a Bari con Enrico Ianniello l’8 e il 9 febbraio 2017

Un esempio barbaro. Uno solo. / E poi il ritorno e l’usignolo, / canta canta sullo stesso albero, / non era solo, vive, dura / si moltiplica, ma quanto dura / un usignolo?

Patrizia Cavalli

L’Associazione Culturale Felici Molti organizza due giorni di eventi gratuiti per incontrare l’attore, regista e scrittore Enrico Ianniello.

Con il patrocinio del CUTAMC dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” (Centro Universitario per il Teatro, le Arti visive, la Musica, il Cinema), di Teatri Uniti, di Apulia Film Commission, dell’Associazione degli Italianisti – Sezione Didattica, e del Teatro Garibaldi di Bisceglie dove lo spettacolo “I Giocatori” diretto e interpretato da Ianniello sarà in scena il 10 febbraio 2017.

Una occasione per mostrare come la parola risuoni e si moltiplichi attraverso diverse forme d’arte. Un esempio efficace di questa moltiplicazione è senza dubbio la storia de “I Giocatori”: Ianniello ha tradotto in lingua napoletana la drammaturgia originale catalana di Pau Mirò ed ha portato sulle scene del teatro italiano lo spettacolo con una tournée ancora dinamica a cinque anni dal debutto. Nel 2015 Ianniello ne ha diretto la versione cinematografica, in onda su Rai3 il 27 dicembre 2015.

Negli incontri in programma Enrico Ianniello avvierà una riflessione sullalingua del teatro e della scrittura drammaturgica a partire dalla traduzione della pièce “I Giocatori” e la sua versione cinematografica fino al romanzo “La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin” (Feltrinelli Editore) nel quale lo scrittore Ianniello racconta la grazia di chi ha la consapevolezza di essere al mondo. Il mondo verrà salvato dai ragazzini che credono ancora di potere volare e raccogliere uno stormo con cui raccontare e ripensare la realtà. Però, sembra avvertirci l’autore, i ragazzini salveranno il mondo se gli adulti sapranno ancora essere guide, maestri di vita e di gioco. Isidoro Sifflotin restituisce la tenerezza dell’umanità che si ferma a riflettere, a ricordare e a guardarsi da lontano, da quel lontano presente che si chiama futuro.

L’Autore

P1310137.JPGEnrico Ianniello (Caserta 1970) si forma alla Bottega Teatrale di Firenze di Vittorio Gassman e prende parte agli spettacoli “Adelchi” e “Il Paradiso” tratto dalla Divina Commedia (con Sandro Lombardi) diretti da Federico Tiezzi. Per dieci anni in tournée con Toni Servillo recita Eduardo e Moliére, lavora con Leo de Berardinis. Con Tony Laudadio fonda laCompagnia Onorevole Teatro Casertano con la quale produce “Sconosciuti e Lontani – La farsaccia” (Premio Troisi 2000), “Cèline – Gracias a la Vida” (Premio Girulà 2004). Con Andrea Renzi e Tony Laudadio danno vita ad un gruppo di ricerca nella Compagnia Teatri Uniti da cui nascono diversi spettacoli come “Rosencrantz e Guildenstern sono morti”, “Pinocchio”, “Santa Maria d’America” e “Magic People Show”. Ha tradotto “Il Metodo Gronholm” (del catalano Jordi Galcerán) che ha debuttato nel 2007 al Teatro Guglielmi di Massa. “Chiòve” è la sua traduzione di “Piove a Barcellona” del catalano Pau Mirò di cui traduce anche “I Giocatori” (Premio Ubu 2013 “Miglior testo straniero”) e che ha diretto e interpretato con Renato Carpentieri, Tony Laudadio (col quale nel 2000 condivide la direzione artistica del Teatro Garibaldi di Capua Vetere),Luciano Saltarelli e Marcello Romolo. Si divide tra Teatro e Cinema e nel 2011 recita in “Habemus Papam” di Nanni Moretti che lo ha diretto anche in “Mia madre”. Enrico Ianniello è il Commissario Vincenzo Nappi nella serie Rai “Un passo dal cielo” ed è tra i protagonisti della serie “Come fai sbagli” diretta da Riccardo Donna. Nel 2015 Enrico Ianniello esordisce come scrittore con il romanzo edito da Feltrinelli “La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin” vincitore di numerosi premi tra cui il Premio Campiello Opera Prima 2015, il Premio John Fante 2015 e il Premio Selezione Bancarella 2015. Nello stesso anno va in scena con “Eternapoli” monologo tratto da “Di questa vita menzognera” di Giuseppe Montesano, lo spettacolo riceve consenso ampio di critica e pubblico. Nel 2016 è edito da Feltrinelli (ZOOM flash) il suo racconto breve “Appocundrìa”.

PROGRAMMALa_vita_prodigiosa_delle_parole

8 febbraio – ore 10.00 – Cineporto di Bari

Proiezione del film I Giocatori alla presenza del regista

8 febbraio – ore 18.00 – Libreria Laterza

9 febbraio – ore 10.00 – Salone degli Affreschi – Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”

Saluti di benvenuto: Antonio Felice Uricchio (Rettore Università di Bari)

Presentazione dell’evento e apertura dei lavori: Grazia Distaso (Direttore del CUTAMC – UniBa), Irene Gianeselli (Presidente Associazione Culturale Felici Molti)

Discutono con Enrico Ianniello: Pasquale Guaragnella (Uniba), Ines Ravasini (LeLiA – Uniba)

Written by RedazioneFeliciMolti

Evento gratuito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close